Quando realizzo una forbice voglio dare forma a qualcosa di unico e inimitabile. È per questo che la maggior parte delle mie lavorazioni è manuale.

Il mio desiderio è quello di farvi rivivere ogni giorno la sensazione che si prova quando si maneggia un oggetto raro.

Vi suggerisco di ascoltare il suono particolare dell’acciaio damasco: è come un diapason in grado di modellare l’armonia interiore.

Vi ringrazio per la vostra scelta.

Tomohiro Toky

Come si forgia una forbice in damasco

La tecnica di produzione dell'acciaio damasco (parola che potrebbe derivare dalla città siriana, ma anche dall’arabo "damas", acquoso, per i particolari effetti sulla superfice che ricordano le increspature dell’acqua) è arte antichissima ed era stata perduta. E’ merito di alcuni maestri forgiatori giapponesi se è stata ripresa.

L'acciaio damasco è composto da una lamina di acciaio “supergold” che ha una grana ad altissima densità la cui durezza è pari a 63 Hrc accoppiata a numerosi strati di acciaio più dolce.

Le caratteristiche della lamina “supergold” garantiscono al filo tagliente una longevità superiore alla norma, mentre gli innumerevoli strati di acciaio dolce, assorbono gli shock da taglio, annullano la resistenza di penetrazione al capello, donando una scorrevolezza senza pari. I tagli sono netti, precisi e silenziosi e prevengono la sopravvenienza delle doppie punte.

Chiudi